Dom. Mar 3rd, 2024
Render-del-Museo-del-Mediterraneo-di-Reggio-Calabria-firmato-Hadid-©-Zaha-Hadid-Architects

Nel cuore del Mediterraneo, la silhouette di Reggio Calabria sta per subire una trasformazione radicale. Grazie ai fondi del PNRR, la visione architettonica della rinomata Zaha Hadid prende forma lungo la storica costa della città.

Il Backdrop Storico

Nel 2009, la città di Reggio Calabria aveva accolto con entusiasmo la vittoria dello studio Zaha Hadid per il progetto Regium Waterfront. Questo ambizioso progetto, rimasto in standby per anni, prometteva di rivoluzionare l’iconico lungomare della città. Con l’iniezione di oltre 120 milioni di euro dal PNRR, le aspettative sono ora diventate una realtà imminente.

Il Disegno Visionario

Il cuore di questo progetto è il “Lotto zero”. Rivitalizzando un’area di 25.000 metri quadri tra il lungomare Falcomatà e il porto, questo progetto incorpora due strutture monumentali: Il Museo del Mediterraneo e un Centro Polifunzionale.

Immerso nelle fluidità e nelle forme sinuose tipiche di Hadid, il design del museo è un’ode alla natura – ispirato dalla simmetria radiale delle stelle marine. Questo edificio non sarà solo un capolavoro architettonico, ma anche un hub di attività marittime, tra cui un centro di biologia marina, un acquario, laboratori di restauro e spazi per mostre.

Un Simbolo del Mediterraneo

Più che un semplice progetto di ristrutturazione, lo studio Zaha Hadid Architects mira a trasformare Reggio Calabria in un epicentro culturale e tecnico-economico per il Mediterraneo. Questi edifici iconici, affacciati sullo stretto tra l’Italia continentale e la Sicilia, rappresentano la fusione della tradizione storica della città con un futuro progressivo.

In parallelo, al di là dello Stretto, si erigerà il MAXXI Med, promettendo di rafforzare ulteriormente il legame culturale tra le due sponde del Mediterraneo.

Rigenerazione Urbana

Oltre all’innovazione architettonica, il progetto mira a risvegliare la vibrante trama urbana di Reggio Calabria. L’obiettivo è di estendere la riqualificazione oltre le ferrovie, incorporando giardini storici e appezzamenti agricoli che erano rimasti nascosti per anni.

Conclusione

Con questa rinascita architettonica, Reggio Calabria si posiziona come una destinazione mediterranea imperdibile, fusa tra patrimonio storico e innovazione moderna. La visione di Zaha Hadid promette di essere un tributo eterno alla sua genialità e alla sua passione per l’architettura che dialoga con l’ambiente circostante.